Eventi, ad Ercolano tra domus e giardini pensili per le Giornate del Patrimonio

32

Giardini delle domus aperti al pubblico, visite ad installazioni e performance teatrale al Decumano Massimo: così il Parco archeologico di Ercolano celebra sabato 22 e domenica 23 settembre le Giornate europee del Patrimonio, evento promosso dal Mibac nei musei e nei luoghi della cultura. Per l’occasione vi sarà un ampliamento del percorso di visita verso il giardino della Casa del Tramezzo di Legno e quello pensile della domus del Rilievo di Telefo, quest’ultima ritenuta di proprietà di Marco Nonio Balbo il famoso patrono di Ercolano stretto collaboratore di Augusto. Da questa terrazza, aperta in via eccezionale per le Giornate del Patromonio in attesa di prossimi restauri, sarà possibile ammirare la facciata esterna della casa, un tempo protesa sul mare, ”decorata in modo da suggerire colonnati sovrapposti come quelli che solo un palazzo principesco poteva vantare” spiegano dal Parco archeologico. Ma non è tutto. Il Parco offrirà anche visite guidate alla mostra Expanded Interiors nell’ambito dell’iniziativa Maiuri Pop: un’installazione, allestita dall’artista Catrin Huber presso la Casa del Bel Cortile, dove il rapporto tra i rinvenimenti degli scavi dell’ archeologo Amedeo Maiuri sono interpretati in chiave contemporanea con una suggestiva declinazione al femminile. La sera del 22 settembre, a partire dalle 20.00 e fino alle 23.00 (ultimo ingresso alle 22.20) si potrà visitare il Parco arricchito da illuminazioni e suggestioni visive, con performance teatrale al Decumano Massimo e proiezioni video in due luoghi del sito. Il biglietto di ingresso sarà di un euro. Per info su orari e costi: ercolano.beniculturali.it.