Francesco Maria Talò sarà rappresentante permanente dell’Italia presso la sede Nato a Bruxelles

25
In foto Francesco Maria Talò

L’Ambasciatore Francesco Maria Talo’, prossimo rappresentante permanente italiano presso il quartier generale della NATO a Bruxelles, ha visitato oggi il Comando del Corpo d’Armata di Reazione Rapida NATO (NRDC-ITA) di Solbiate Olona (VA). Francesco Maria Talò, già Ambasciatore italiano in Israele e oggi coordinatore per la Cyber security presso il Ministero degli affari esteri e della cooperazione internazionale, assumerà l’incarico presso la Rappresentanza Permanente d’Italia a Bruxelles, avvicendando l’attuale titolare, l’Ambasciatore Claudio Bisogniero, nella prossima primavera.
Dopo esser stato accolto dal Comandante, il Generale di Corpo d’Armata Roberto Perretti, l’Ambasciatore ha assistito ad alcuni briefing durante i quali sono stati presentati i compiti, la struttura e le capacità di NRDC-ITA nonché le attuali e future sfide che l’HQ sta affrontando.
Particolare enfasi è stata attribuita all’attuale flessibile connotazione del comando in grado di riconfigurarsi nei diversi ruoli di Corps, Land Component Command e Joint Task Force, che consentono a NRDC-ITA di guidare qualsiasi operazione militare ad elevata intensità e full spectrum sotto egida NATO, Unione Europea, oppure nell’ambito di coalizioni. La visita si è rivelata una preziosa opportunità per far conoscere all’alto diplomatico il contributo che NRDC-ITA fornisce attraverso il monitoraggio e l’analisi delle minacce provenienti dalle aree di crisi e d’instabilità che lambiscono i confini dell’Alleanza, anche in riferimento al cosiddetto “fronte Sud”, nel cui ambito il Comando sta garantendo il proprio supporto al relativo “hub”, costituito presso il NATO Joint Force Command di Napoli.
L’attività è proseguita con un aggiornamento sul livello di prontezza operativa del Corpo d’Armata, che fino allo scorso dicembre ha rivestito il ruolo di Land Component Command della NATO Response Force. Un impegno, quest’ultimo, che ha permesso al NRDC-ITA di confermarsi quale organizzazione pronta e capace di supportare le politiche dell’Alleanza per la promozione della stabilità internazionale, contribuendo al compimento dei tre “core tasks” della NATO, quali la difesa collettiva, la gestione delle crisi e la cooperative security.