Open innovation, De Luca: Al via nuovi strumenti per la competizione globale delle imprese

63
foto di Massimo Pica

“Uno degli obiettivi strategici e’ quello di ricollocare il sistema produttivo nella competizione globale per ritagliare uno spazio nel mercato non assistito e non drogato. Queste iniziative si uniscono da altre in corso”. A dirlo, nel corso della presentazione della piattaforma di open innovation e del mercato elettronico regionale, e’ il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca. “L’obiettivo e’ quello di estendere a tutta Campania, con particolare attenzioe alle aree interne, la banda larga per arginare la migrazione giovanil. Noi stessi siamo impegnati con lo sportello unico regionale per l’acquisizione dei pareri”. L’obiettivo, per De Luca, e’ quello di digitalizzare la Pubblica amministrazione, la sanita’ e l’ambiente. Ieri sulla stampa e’ apparso un prospetto dei tempi di pagamento e come Campania abbiamo dovuto fare uno sforzo doppio per informare e correggere il senso comune deteriore – dice De Luca -. Si parla di Campania che paga in duecento giorni ma non so a che periodo ci si riferisca. Noi abbiamo due blocchi: quello degli arretrati e dei tempi ordinari che sono di 32 giorni, la performance piu’ elevata d’Italia”. De Luca sottolinea che “presentiamo due servizi dentro questo sforzo straordinario per creare lavoro e umanizzare i servizi. Favoriamo contatti tra Pmi e start up. Mi interessa anche il mercato elettronico rivolto a Pubblica amministrazione e societa’. Il Codice appalti contiene cose utili e ma anche quelle che hanno paralizzato l’Italia. In relazione a questi problemi, occorre una sburocratizzazione radicale per dare a Comuni e aziende pubbliche la possibilita’ di accedere al sistema Consip in maniera diretta. Questo si traduce in lavoro. Offriamo assistenza alla Soresa che e’ soggetto e centrale unica appaltante che puo’ essere una macchina da guerra. Abbiamo firmato un’intesa con Lombardia utilizziamo piattaforma loro con un elemento creativo campano”.