Pmi, innovazione per la sicurezza: 30milioni dall’Inail

38

Fino a mercoledì prossimo 3 dicembre è possibile inoltrare domanda di partecipazione al bando “Fipit” attraverso il quale l’Inail mette a disposizione delle imprese 30 milioni di euro, suddivisi in budget Fino a mercoledì prossimo 3 dicembre è possibile inoltrare domanda di partecipazione al bando “Fipit” attraverso il quale l’Inail mette a disposizione delle imprese 30 milioni di euro, suddivisi in budget regionali, per il finanziamento di progetti di innovazione tecnologica di impianti, macchinari e attrezzature finalizzati al miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. Destinatari Il bando si rivolge alle micro e piccole imprese italiane, anche in forma individuale, iscritte alla Camera di commercio operanti nei settori dell’agricoltura, dell’edilizia e dell’estrazione e lavorazione dei materiali lapidei, dove maggiore è il rischio infortunistico. Particolare attenzione è stata rivolta, infatti, ai rischi connessi all’uso dei trattori agricoli o forestali nel settore agricolo, alla movimentazione manuale dei carichi o di caduta dall’alto nei cantieri temporanei e mobili nel settore dell’edilizia e all’esposizione a rumore o a polveri e alla movimentazione manuale dei carichi nel settore di estrazione e lavorazione dei materiali lapidei. Risorse Le risorse stanziate per il 2014 saranno così ripartite tra i tre settori di attività: 15.582.703 di euro per il finanziamento dei progetti del settore agricoltura; 9.417.297 di euro per il finanziamento dei progetti del settore edilizia; 5 milioni di euro per il finanziamento dei progetti del settore estrazione e lavorazione dei materiali lapidei. I fondi di settore sono a loro volta suddivisi in budget regionali e provinciali come previsto nei relativi bandi pubblicati sul sito Inail. Contributi Il contributo in conto capitale viene concesso a titolo di de minimis fino ad una misura massima corrispondente al 65 per cento dei costi sostenuti e documentati per la realizzazione del progetto. Il contributo massimo concedibile a ciascuna impresa non potrà in ogni caso superare l’importo di 50mila euro. Il contributo minimo ammissibile, allo scopo di favorire la più ampia partecipazione al bando, è stato fissato in mille euro dal momento che, soprattutto nel settore agricolo, le tipologie di interventi possono comportare spesso anche spese di modesta entità. Domande La domanda di partecipazione può essere compilata utilizzando l’apposita procedura informatica disponibile sul portale internet dell’Inail nel periodo compreso fino al 3 dicembre e successivamente confermata tramite posta elettronica certificata, come specificato nei bandi regionali provinciali. Infine, per quanto concerne i tempi di realizzazione degli interventi finanziati, tenuto conto che i progetti previsti non sono di particolare complessità e al fine di velocizzare l’erogazione dei finanziamenti, è previsto un termine di sei mesi (improrogabile) per la loro completa attuazione.


Risorse complessive 30 milioni di euro Ripartizione 15.582.703 per il settore agricoltura 9.417.297 per il settore edilizia 5 milioni per il settore estrazione e lavorazione dei materiali lapidei Cofinanziamento Fino al 65 per cento dei costi sostenuti Contributo Da mille euro a 50mila euro a impresa Scadenza 3 dicembre 2014