Soft skills e profilo internazionale: così gli studenti di Economia possono competere sul mercato del lavoro

22

L’esempio dei corsi della Link Campus University,
che propongono un approccio all’avanguardia

Offrire agli studenti di oggi tutti gli strumenti necessari per diventare i leader di domani. Perseguendo questo scopo, le università italiane stanno concentrando la loro attenzione sul passaggio critico tra la fine degli studi e l’ingresso nel mondo del lavoro, specie per quanto riguarda facoltà per loro natura vocate allo sbocco professionale, come Economia.

Per avere le migliori chance di successo in questo delicato momento è necessario avere acquisito, oltre ai modelli teorici classici, un approccio internazionale e adeguate soft skills, in grado di assicurare versatilità e visione d’insieme. A questo scopo è utile per gli studenti valutare l’offerta formativa di atenei che con percorsi ad hoc riescono ad accorciare la distanza tra studio e professione. È il caso della Link Campus University, che con il corso di laurea triennale in Economia Aziendale Internazionale/International Business Administration e il corso di laurea magistrale in Gestione Aziendale/Business Management mette gli studenti nelle condizioni ideali per proporsi in maniera convincente sul mercato del lavoro grazie alle competenze acquisite nelle discipline legate a economia, finanza e gestione delle aziende.

La ragione è semplice: viene offerta una visione d’insieme che apre la mente e va oltre lo studio della singola materia. La commistione fra le teorie economiche, le scienze cognitive e le neuroscienze permette lo sviluppo di studi su una rinnovata teoria economica, che ha meno pretese di spiegare a priori tutto ciò che accade e, pur essendo formalmente meno “esatta”, probabilmente risulta più vicina alla natura umana. La visione comportamentale, in combinato disposto con la più recente visione neuroscientifica, può rappresentare la chiave di lettura idonea a permettere lo studio e la progettazione di soluzioni che consentano alle economie locali, nazionali e mondiali di ripartire.

Seguendo questa linea, il corso triennale in Economia Aziendale Internazionale e quello magistrale in Gestione Aziendale affiancano alla formazione disciplinare basata sugli approcci tradizionali una formazione all’avanguardia, basata sulle teorie della neuroeconomia e dell’economia comportamentale. Con l’intento di formare figure professionali e manager che riescano a trovare soluzioni a problemi di domani, l’ateneo, attraverso curricula in italiano e in inglese, offre ai propri studenti insegnamenti stimolanti e innovativi, come Behavioral marketing, Neuromarketing, Behavioral Finance and Neurofinance, Scienze comportamentali per la finanza e Organizational Behavior.

Una chance concreta per creare una futura classe dirigente che sappia competere davvero a livello globale.