Sudigitale a Napoli per la difesa del made in Italy

266
in foto Roberto D’Angelo, presidente di Sudigitale

“Opportunità Digitali” è il tema del confronto promosso da Netcoa (Net Company Associated) e Sudigitale venerdì 22 giugno alle ore 10 presso l’Istituto Italiano di Studi Filosofici, in Palazzo Serra di Cassano a Napoli. Un’occasione importante per fare il punto sul recupero della competitività delle imprese italiane, la difesa degli interessi nazionali e la promozione del made in Italy.

L’incontro vedrà la presenza, tra gli altri, di Arturo Artom (Cenacolo Artom), Sebastiano Grazioli (Industria Futuro 4.0), Paolo Fiorentino (Presidente Assinrete), Amedeo Manzo (Presidente BCC Napoli), Luigi Bianco (Federmanager-Commissione Nazionale Industria 4.0 e dell’onorevole Gianluca Cantalamessa.

“Sudigitale – spiega il Presidente Roberto D’Angelo – è una rete di imprese di aziende e professionisti nel settore digitale che intende dare impulso alla crescita economica, conferendo maggiore sostenibilità alla crescita innovativa e tecnologica delle imprese italiane”.

Sudigitale guarda in particolare al Mezzogiorno, dove il digitale rappresenta un settore strategico per lo sviluppo economico e l’occupazione. “Proponiamo un progetto di rete – prosegue D’Angelo – per sviluppare, attraverso la collaborazione con imprese dotate di diverse specializzazioni e localizzazioni territoriali, un centro di ricerca e sviluppo di applicazioni web-based e un centro di rilevazione statistica su target, strutturati in gruppi operativi per aree tematiche e aventi in carico le funzioni di marketing analysis attraverso l’esercizio in comune di attività e lo scambio di informazioni e prestazioni finalizzate alla creazione di distretti digitali tematico verticali”.

Sudigitale punta al digital commerce per supportare la crescita economica, mettendo in primo piano l’internazionalizzazione delle imprese con brand Made in Italy. ,

In quest’ambito strategico il partenariato con Netcoa (Net Company Associated), presieduta da Massino Lucidi, associazione oggi impegnata a creare centri relazionali di business nel mondo per favorire l’offerta made in Italy.

“Attraverso la rete di imprese – conclude il presidente di Sudigitale – vogliamo favorire la formazione delle nuove figure digitali richieste dal mercato”.