Rassegne, Pupi Avati al Festival Salerno Letteratura

64

Letture di poesia all’alba, su una terrazza vista mare. Pupi Avati, che parlera’ del suo ‘Signor Diavolo’. E poi ancora Anilda Ibrahimi, autrice di Il tuo nome e’ una promessa che si confrontera’ sulla storia che ha diviso Abigail dalla sorella Esther e l’Albania che l’ha accolta quando fuggiva dalla Germania nazista, poi diventata la sua prigione. Sara’ tutto questo, domani, il Festival Salerno Letteratura. La seconda giornata si aprira’ con un evento particolarmente suggestivo: “Nessun dorma! L’alba della poesia (lucana)”. Si aspettera’ l’alba sulla terrazza della Fondazione Ebris, in compagnia, tra l’altro, dei poeti Bruno Di Pietro, Vincenzo Frungillo, Bruno Galluccio, Gilda Policastro, Giulia Niccolai, che leggeranno i versi di Leonardo Sinisgalli e le loro composizioni. Nel cuore del centro storico, invece, al Tempio di Pomona, alle 11.30 la scrittrice Anilda Ibrahimi si confrontera’ con Nicola Pedrazzi. Nella stessa location, alle ore 12.30, sara’ invece la volta del regista e scrittore Pupi Avati che, con la conduzione di Mario Tirino, parlera’ de Il signor diavolo (Guanda), il suo ultimo romanzo. Ancora echi di cinema alle 18, quando presso l’Ex Chiesa dell’Addolorata arrivera’ Fortunato Cerlino, l’acclamato don Pietro Savastano di “Gomorra – La serie”, per presentare la sua prima prova narrativa ‘Se vuoi essere felice’ (Einaudi); conduce il direttore artistico di Salerno Letteratura Francesco Durante. E poi in programma l’incontro con Gioacchino Criaco, autore de La maligredi e nel tardo pomeriggio (ore 19) all’Arco Catalano, Massimo Nava, autore di Il boss e’ immortale (Mondadori) e poi ancora spazio alla narrazione a fumetti, al Tempio di Pomona, dove approderanno i disegnatori Mattia Labadessa e Stefano Antonucci, autori rispettivamente di Calata Capodichino (Shockdom) e de Il Piccolo Fuhrer (Shockdom). Serata, a Largo Barbuti alle 21.30, con il giornalista e critico musicale Gino Castaldo che, nella nuova formula del Festival 2018 “Vi racconto”, parlera’ del suo libro Il romanzo della canzone italiana