Teatro, una “Casa della Poesia” al Napoli Festival Italia

36

Una Casa della Poesia per dieci giorni nel cuore del Napoli Teatro Festival: nell’ambito dell’undicesima edizione diretta da Ruggero Cappuccio si inaugura domani a Villa Pignatelli (alle 19). “QUI”, sezione Letteratura, dedicata alla poesia a cura di Silvio Perrella con incontri letterari, performance, proiezioni di film, antologie di versi e musica e libreria dedicata. Si parte con “La poesia cambia la vita”, un omaggio a due grandi poeti del Novecento: Vittorio Bodini e Carlo Betocchi. A dare voce ai loro versi, saranno Edoardo Winspeare e Celeste Casciaro. Seguirà la proiezione del film “La vita in comune” di Edoardo Winspeare. Il 14 giugno “Un’antologia fatta qui” curata da Daniela Marcheschi, a seguire, Nanni Cagnone in “Dites-moi, Monsieur Bovary”. A chiudere la serata, il film “Andrea Zanzotto” di Carlo Mazzacurati e Marco Paolini, introdotto da Marina Zangirolami Mazzacurati.
Venerdì 15 giugno, gli ospiti di Villa Pignatelli incontrano i versi di Chandra Livia Candiani, con un intervento di Maria Pia De Vito in “The circle game”, brano omaggio a Demetrio Stratos. Tra i protagonisti della sezione anche i poeti Maria Attanasio, Umberto Fiori, Vivian Lamarque, Patrizia Cavalli, Adam Zagajewski, Durs Gruenbein e gli incontri ed i reading poetici di Alessandro Achilli, Claudio Di Palma, Eugenio Lucrezi e Milo De Angelis, Caterina Pontrandolfo, Daniele Piccini, Paolo Febbraro, Gianluigi Gherzi e Giuseppe Semeraro. Il 19 giugno è in programma “Il canto degli animali” in cui lo scrittore e critico musicale Paolo Isotta, in scena anche Peppe Barra, mette in relazione la natura umana e quella degli esseri ritenuti inferiori. A chiudere la sezione, sabato 23 giugno Massimiliano Gallo legge il poeta bosniaco Izet Sarajlic e il turco Nazim Hikmet, accompagnato dalle musiche di Lautari din Rosiori. Il costo del biglietto è di 5 euro.