Campania Ambiente e Servizi, 256 dipendenti in Cig: ma i soldi non arrivano

168

Il consigliere regionale Gianpiero Zinzi ha protocollato un’interrogazione indirizzata all’assessore regionale all’Ambiente, Fulvio Bonavitacola, sulla “Grave stato d’incertezza del personale di Campania Ambiente e Servizi”. A seguito delle ordinanze regionali per contrastare la diffusione del Coronavirus sono state sospese le attività di competenza di Cas, con il risultato che 256 dipendenti sono stati collocati, da questa mattina, in cassa integrazione per 9 settimane. In più, a tutt’oggi, nonostante le rassicurazioni, al personale non sono stati ancora pagati gli stipendi del mese di marzo. “E’ impensabile che alle preoccupazioni legate all’emergenza Coronavirus si debbano aggiungere per tante famiglie anche tensioni dovute all’incertezza lavorativa ed economica. Ho chiesto al vice presidente Bonavitacola rassicurazioni sulla corresponsione del saldo delle spettanze dovute. Una proposta poi – spiega Zinzi – potrebbe essere quella di prevedere lo svolgimento di attività aggiuntive rispetto a quelle originariamente attribuite alla Cas. Penso ad esempio agli interventi legati alla sanificazione di strade ed edifici pubblici che potrebbero essere effettuate in questo periodo di emergenza”.