Climate strike

Il 15 marzo è stata una giornata dedicata al ’’ climate strike’’, uno sciopero globale che vede interessati gli studenti del mondo contro il riscaldamento climatico affinchè il governo attui azioni concrete a riguardo.
È una giornata particolare in quanto ragazzi fino ai vent’anni di età sono stati ispirati da Greta Thunberg, attivista svedese per lo sviluppo sostenibile e contro il cambiamento climatico e appena sedicenne. Questo ci fa capire quanto sia importante che una persona, qualunque sia l’età, l’etnia, l’orientamento sessuale o politico, si dedichi completamente a qualcosa in cui crede fortemente, soprattutto se serve ad aiutare il benessere comune, come in questo caso.
Sarebbe stato difficile da credere che tutto ciò che sta succedendo oggi si sia messo in atto grazie a un’idea e al coraggio di una ragazzina, se non fosse che lo stiamo vedendo con i nostri occhi. Una battaglia per un problema così grosso avrebbe potuto essere ideata da chiunque, ed invece chi è riuscita ad arrivare a questo punto è stata proprio lei.
È l’esempio che tutti i pregiudizi e gli standard possono essere superati. Se c’è qualcuno che agisce per salvare il pianeta, a chi interessa di che colore abbia capelli, se è brutta o bella, se è immigrata o meno?
Purtroppo non consideriamo questo in tutte le situazioni, ma solo in quelle che appaiano convenienti ai nostri occhi. Molto spesso non riusciamo a porci degli obiettivi poiché crediamo o ci fanno credere di essere incapaci a raggiungerli a causa di fallimenti e critiche di cui siamo bersaglio.
Questo ci condiziona fino a indurci all’impotenza caratterizzata da un comportamento rinunciatario che non ci fa modificare il corso dei nostri eventi o di quelli che accadono intorno a noi. Ma se Greta si fosse posta gli stessi dubbi che bloccano la nostra intenzionalità ad agire oggi sarebbe stato un ennesimo venerdì semplice, dove non ci sarebbe stato nessun passo in avanti verso una giusta causa.
Non permettiamo a nessuno, tanto più a noi stessi, di impedirci di compiere azioni gratificanti anche se per arrivarci dobbiamo affrontare fallimenti o superare barriere.