Digitale nelle imprese, domande entro il 28 maggio

50

Centosei borse di studio da 6mila euro ciascuna per favorire la digitalizzazione delle Pmi di oltre 50 aree in cui sono stati individuati prodotti di eccellenza del Made in Italy: c’è Centosei borse di studio da 6mila euro ciascuna per favorire la digitalizzazione delle Pmi di oltre 50 aree in cui sono stati individuati prodotti di eccellenza del Made in Italy: c’è tempo fino al prossimo 28 maggio per accedere al bando lanciato da Unioncamere, in attuazione del Protocollo d’intesa sottoscritto con Google Italy il 22 aprile scorso. Beneficiari Possono accedere al concorso i giovani under28, in possesso di un diploma di laurea di ogni indirizzo, diploma accademico di primo o secondo livello o titolo estero equipollente conseguito con una votazione non inferiore a 95/100. I beneficiari dovranno, inoltre, dimostrare di essere in possesso di conoscenze di economia, marketing e management, competenze digitali orientate al web marketing e padronanza della lingua inglese, del territorio e del contesto economico-sociale dell’area nella quale si candideranno a operare. Dopo il training formativo realizzato da Google e Unioncamere, anche in collaborazione con l’Agenzia Ice, i ragazzi selezionati faranno base nelle Camere di Commercio che aderiscono all’iniziativa. Le attività previste La borsa di studio prevede lo svolgimento di attività di promozione, affiancamento e supporto organizzativo alle aziende. Un piano di lavoro di dettaglio verrà sottoscritto da ciascun vincitore, prima dell’avvio della borsa. Tale piano, in particolare, dovrà contenere l’organizzazione di un evento di presentazione del progetto rivolto alle Pmi del territorio; l’analisi delle possibilità offerte al contesto produttivo locale dalla digitalizzazione; la definizione di un numero minimo di aziende cui diffondere competenze di base sull’uso del web; la definizione di un numero minimo di aziende offline con cui sviluppare una prima presenza in rete; la definizione di un numero minimo di aziende che già utilizzano strumenti Internet di base con cui elaborare una strategia digitale mirata all’export. Risorse Sul piatto ci sono risorse per 636mila euro che serviranno a finanziare 106 borse di studio ognuna delle quale avrà un valore di 6mila euro e sarà erogata in due rate. I soggetti interessati possono inviare la domanda di partecipazione entro il 28 maggio. Progetto pilota Le borse di studio sono il secondo step di un progetto pilota sviluppato nel 2013 da Google e Unioncamere che ha coinvolto 20 giovani digitalizzatori e ha permesso di raggiungere importanti obiettivi: 8.500 le imprese contattate in 6 mesi, 2.400 quelle direttamente coinvolte in seminari, workshop, attività “door-to-door”, il 20 per cento delle quali assistite dai 20 giovani nei percorsi di digitalizzazione con servizi personalizzati. Significativi anche i risultati ottenuti dalle aziende che hanno preso parte al progetto.
Bando-Eccellenze1.pdf