Dipendenti cagionevoli, la Campania è terza

41

Lavoratori “cagionevoli”, la Campania è al terzo posto, dietro Calabria (34,6 giorni medi di malattia all’anno, 41,8 nel settore privato). I dipendenti campani si attestano su 19,4 giorni di malattia. Lavoratori “cagionevoli”, la Campania è al terzo posto, dietro Calabria (34,6 giorni medi di malattia all’anno, 41,8 nel settore privato). I dipendenti campani si attestano su 19,4 giorni di malattia. Se i lavoratori dipendenti dell’Emilia Romagna rimangono a casa mediamente 16,3 giorni all’anno, in Veneto le assenze per malattia scendono a 15,5 per toccare il punto più basso nel Trentino Alto Adige, con 15,3 giorni. Emerge dal rapporto dell’Ufficio studi della Cgia di Mestre su dati del 2012, ultimo anno in cui i dati sono a disposizione. Sarà intitolata a Domenico Rotiroti l’Unità Operativa di Cardiologia dell’Azienda Ospedaliera “San Giuseppe Moscati” di Avellino. A un anno dalla scomparsa del professionista, ritenuto il padre della cardiologia irpina, ieri la cerimonia di intitolazione presieduta da Giuseppe Rosato, direttore generale del Moscati. Dopo la celebrazione, scoperta la targa nell’Unità Operativa di Cardiologia. Nato a Castellammare di Stabia nel 1933, Domenico Rotiroti era arrivato giovanissimo in provincia di Avellino per seguire il padre. Nel 1977 divenne aiuto ordinario del centro di Cardioreumatologia e nel 1979 vinse il concorso di Primario Ordinario della Divisione di Cardiologia. È in vigore dal 1° gennaio anche in Campania la ricetta elettronica, nuovo sistema di prescrizione dei farmaci che prevede il rilascio di un promemoria da parte del medico curante, che il paziente dovrà esibire al farmacista con la propria tessera sanitaria. Garantisce una significativa riduzione dei costi sanitari, visto che ogni ricetta in carta filigranata ha un costo di 0,60 euro e il suo utilizzo va a favore di una notevole semplificazione dell’iter burocratico e contabile per farmacie ed Asl.