Elezioni, Letta: Calenda decida con chi stare, il tempo stringe. Il terzo polo? Aiuta le destre

47
In foto Enrico Letta

“Il tempo passa, ormai c’e’ poco tempo davanti. Non credo sia stato sbagliato in questi giorni discutere e prenderci qualche giorno di tempo per ragionare e riflettere”. Lo ha detto alla Festa regionale del Pd di Casalgrande (Reggio Emilia), Enrico Letta, rispondendo alla domanda su fino quando aspettera’ Calenda. “A destra non c’e’ stata discussione, ma una resa senza condizioni. Nel nostro campo c’e’ una discussione legittima” ma “nei prossimi giorni bisognera’ decidere: non possiamo perdere troppo tempo. L’inizio di questa settimana che viene deve essere il momento in cui ci chiariamo le idee, ognuno si assume le sue responsabilita’”.
“Mi sento di fare un appello accorato a tutti coloro che in queste ore hanno dubbi sul fatto di creare una larga, importante e convinta alleanza che sia in grado di battere le destre – ha ggiunto Letta -. Coloro che pensano che fare un terzo polo che si mette in mezzo sia conveniente o possa essere piu’ utile. Un terzo polo in questo momento e’ il modo migliore per aiutare le destre che non hanno bisogno di ulteriori aiuti”. “Un terzo polo – ha ribadito il segretario del Pd- e’ il modo migliore per aiutare le destre. Io vorrei che questo si evitasse. Siamo disponibili a dialogare e discutere per evitarlo, perche’ il nostro sforzo non e’ spingere per prendere un 1% in piu’ noi, ma per vincere queste elezioni e dare all’Italia che lo merita e lo aspetta un governo di progresso e sia in grado di continuare lo sforzo straordinario e importante che il Governo Draghi ha fatto e evitare che le destre prendano il potere nel nostro Paese come non e’ mai avvenuto fino ad oggi. Noi siamo disponibili con la generosita’ tipica del grande partito democratico, del piu’ grande partito che c’e’ nel centrosinistra e ha l’ambizione di diventare il primo partito d’Italia”.