Energie rinnovabili e innovazione. Eni Awards: bandi per 850mila €

40

Sviluppare un migliore utilizzo delle fonti energetiche, promuovere la ricerca sull’ambiente e valorizzare le nuove generazioni di ricercatori. E’ l’obiettivo degli “Eni Awards” che per il 2016 mettono sul piatto un buget complessivo di 850 mila euro articolato in quattro bandi: due premi “Nuove frontiere degli idrocarburi”, del valore di 200mila euro ciascuno; un premio “Energie rinnovabili” da 200mila euro; un premio “Protezione dell’ambiente” sempre da 200mila euro; e, infine, due premi “Debutto nella Ricerca” a tesi di dottorato, del valore di 25mila euro ciascuno. Per tutti i bandi i progetti devono essere inviati, secondo una procedura on line, entro le ore 17 del 20 novembre.  La scadenza per la registrazione dell’account necessario alla presentazione della domanda è fissata alle 17 di venerdì 13 novembre. La procedura di candidatura dovrà essere conclusa nella successiva settimana (non oltre venerdì 20 novembre).

I primi tre bandi

Per i primi tre bandi i riconoscimenti vengono assegnati al ricercatore o al gruppo di ricercatori che abbiano conseguito in ambito internazionale significativi risultati nella ricerca e sviluppo di tecnologie nel settore dell’esplorazione e produzione di idrocarburi (sezione Upstream) e per il loro impiego (sezione Downstream); nel campo delle fonti di energia rinnovabili; o nell’ambito della correlazione tra le attività umane e l’ambiente naturale, con riferimento ad approcci sia di tutela sia di risanamento ambientale. In tutti e tre i casi, in sede di valutazione delle candidature saranno tenuti in considerazione il valore scientifico e il grado di innovazione della ricerca; le potenzialità di sviluppo delle applicazioni; la congruità tra aspetti tecnologici ed economici; l’impatto sul sistema energetico; le lettere di presentazione; l’eventuale certificazione dei risultati da parte di un ente terzo. I risultati devono essere stati conseguiti nel corso del quinquennio precedente la data del presente bando di concorso. I premi saranno erogati direttamente ai ricercatori.

Debutto nella Ricerca

Si differenzia rispetto agli tre bandi il premio “Debutto nella ricerca” che si rivolge a giovani ricercatori di età non superiore ai 30 anni (nati dunque a partire dal 1985) che abbiano conseguito il dottorato in un ateneo italiano, discutendo la propria tesi nel corso del 2014 o del 2015. Tali tesi dovranno fare riferimento alle due principali aree di interesse di Eni Award, ovvero energia e ambiente.

Requisiti

In particolare saranno premiate due tesi di dottorato di ricerca svolte in Università italiane con riferimento ai temi dell’efficienza nello sfruttamento degli idrocarburi, delle energie rinnovabili e della protezione dell’ambiente. A ciascuno dei due candidati proclamati vincitori dal Comitato promotore di Eni Award sarà assegnato un premio consistente in una medaglia appositamente coniata dalla Zecca dello Stato italiano, oltre all’importo in denaro di 25 mila euro. Il vincitore sarà proclamato entro il mese di maggio 2016.

Come partecipare

Le candidature al premio “Debutto nella ricerca” devono essere presentate e garantite da professori di Università e Politecnici, rettori di Università, presidi di Facoltà, direttori di Dipartimento, operanti in Italia nell’ambito delle discipline oggetto del bando o di discipline affini. Non saranno prese in considerazione autocandidature. I moduli per la presentazione delle candidature sono disponibili sul sito www.eni.com/eni-award.


Risorse complessive

850 mila euro

Ripartizione

“Nuove frontiere degli idrocarburi”: due premi da 200mila euro ciascuno

“Energie rinnovabili”: un premio da 200mila euro

“Protezione dell’ambiente”: un premio da 200mila euro

“Debutto nella Ricerca”: due premi da 25mila euro ciascuno

Chi può partecipare

Ricercatori che abbiano conseguito riconoscimenti in ambito internazionale (primi tre bandi)

Ricercatori under 30 con dottorato conseguito in un ateneo italiano

Scadenze

Ore 17 del 13 novembre per la registrazione dell’account

Ore 17 del 20 novembre per l’invio dei progetti

Scarica i bandi