Jazz’Inn 2020: a Pietrelcina gli anticorpi per l’Italia che verrà

34

Si chiude il 1° agosto a Pietrelcina la IV edizione di Jazz’Inn, il format che unisce Jazz e Innovazione di Fondazione Ampioraggio sperimentato nel borgo del Sannio nel 2017.
L’obiettivo è quello di lanciare un messaggio al Paese, un incoraggiamento a rimettersi in moto, in modo nuovo, utile e responsabile per rilanciare l’economia e gli investimenti dopo il lockdown.
L’evento presso il Palavetro di Pietrelcina e sarà tra i primi a tenersi in presenza in Italia.
Jazz’inn nasce per stimolare incontri tra domanda e offerta di innovazione lontani dai luoghi comuni, “sequestrando” per qualche giorno imprenditori, amministratori pubblici, startup e ricercatori nelle giornate di “slow dating for innovation” condite da serate di Jazz e momenti conviviali nel pieno rispetto delle misure di sicurezza previste in materia.
“in 3 anni siamo passati da un esperimento ad un format che è diventato nazionale, tanto che quest’anno avevamo programmato appuntamenti, in 12 regioni italiane e 2 tappe estere (San Francisco e Stoccolma), contaminato altri territori e stimolato investimenti e collaborazioni in tutta Italia” dice Giuseppe De Nicola, animatore della community Ampioraggio “con l’obiettivo di passare dal parlare di innovazione a portarla sul mercato, un modello che ha convinto, tra i tanti, Invitalia, Anci, Agid, Confindustria, L’universita’ Del Sannio, Manageritalia e 200 tra enti, aziende, startup, investitori, centri di ricerca e istituzioni a scegliere Jazz’Inn come luogo dove confrontarsi sul tema dell’innovazione e dello sviluppo sostenibile ”
Un approccio “out of the box” all’open innovation che ha generato ricadute economiche, valorizzato il festival jazz di Pietrelcina, favorito un percorso di coesione territoriale e generato decine collaborazioni . Come quella tra i comune di Bovino (Foggia) capofila dell’Area SNAI dei Monti Dauni (nella quale ricade il comune natio del presidente del Consiglio, Volturara Appula) , Pietrelcina, Campodipietra (Campobasso) capofila del l Contratto Istituzionale di Sviluppo del Molise e Carapelle (Foggia) capofila dell’Unione dei Real Siti della provincia di Foggia, per creare una grande area di “smart & slow villages” che si uniranno per un progetto condiviso per superare i limiti delle aree minori e dimostrare che non esistono periferie culturali nell’epoca digitale.
Le giornate di Jazz’Inn saranno arricchite dal programma di concerti jazz della XVI edizione del Festival Jazz Sotto Le Stelle che da 4 anni vede convivere innovazione e musica in un mix di straordinaria efficacia nel paese natale di San Pio da Pietrelcina.