Kim minaccia l’Australia

17

Pyongyang, 14 ott. (AdnKronos/Dpa) – La Corea del Nord ha minacciato l’Australia colpevole di “aver mostrato un pericoloso zelo nell’unirsi alle provocazioni politiche e militari” degli Stati Uniti. “Provocazioni che aggravano la situazione della penisola della Corea in una fase” esplosiva, si legge nel lancio dell’agenzia di stampa nordcoreana Kcna.

“Il ministro degli Esteri australiano ha personalmente espresso il suo sostegno al fatto che gli Stati Uniti stanno prendendo in considerazione tutte le opzioni compreso il ricorso all’uso della forza” contro Pyongyang, afferma ancora la Kcna.

L’attacco arriva dopo le dichiarazioni della ministra degli Esteri, Julie Bishop, durante la sua recente visita a Seul. “Le azioni della Corea del Nord sono illegali e l’Australia farà la sua parte nel sostenere la Corea del Sud, nostri amici e alleati”, ha dichiarato.

“Se l’Australia continuerà a seguire l’imposizione da parte degli Stati Uniti di pressioni economiche e militari sulla Corea del Nord, nonostante i nostri ripetuti ammonimenti, non potranno evitare un disastro”, conclude l’agenzia nordcoreana con quella che suona come una nuova minaccia, dopo quella nucleare lanciata lo scorso aprile, verso l’Australia.