La strategia di Neom Bay in Arabia Saudita

135
In foto Faisal Bin Sattam Bin Abdulaziz

Il sito dell’Ambasciata Reale dell’Arabia Saudita, di cui S.A. Faisal Bin Sattam Bin Abdulaziz, informa dalla fine di Gennaio 2019 che il Comitato fondatore NEOM, presieduto da Sua Altezza il Principe Mohammed bin Salman bin Abdulaziz, Principe ereditario, Vicepresidente del Consiglio dei Ministri e Presidente del Board dei Direttori del Fondo Pubblico d’Investimento , ha approvato il progetto per la realizzazione di NEOM Bay, la prima area urbana che verrà realizzata a NEOM.
I lavori di costruzione partiranno entro marzo 2019 e le prime strutture saranno finalizzate entro fine anno, tra cui l’aeroporto di Sharma che accoglierà voli diretti da Riyadh. La prima fase dei lavori verrà completata entro il 2020, in linea col progetto Vision 2030. Il CEO di NEOM, Nadhmi Al-Nasr, ha commentato: “La strategia di sviluppo di NEOM Bay si basa su quattro pilastri, con la sostenibilità al centro del progetto. Il primo pilastro è quello che prevede una qualità ideale di vita per le famiglie; il secondo punta a creare una destinazione turistica di alto livello in termini di lifestyle e lusso; il terzo e il quarto pilastro supporteranno sia l’innovazione che centri di creatività per raggiungere gli obiettivi economici di NEOM”. NEOM Bay sarà la vetrina del Regno nel mondo, con spiagge bianche e clima temperato. Il progetto ha già ricevuto finanziamenti dal Fondo di Investimento Pubblico dell’Arabia Saudita per 500 milioni di dollari, e rappresenta un’opportunità per investitori locali e internazionali. Il progetto NEOM Bay punta a migliorare la salute e il benessere per chi sceglierà di risiedere nell’area, e ospiterà infrastrutture ad alta tecnologia avanzata che formeranno un ecosistema urbano intelligente. Il tutto verrà realizzato in modo eco-friendly, con l’energia necessaria interamente generata da fonti rinnovabili. Anche la desalinizzazione dell’acqua marina sarà realizzata senza alcun utilizzo di dispositivi con impatto ambientale. Un ecosistema unico che preserverà la bellezza della regione e i patrimoni sia marino che terrestre, a disposizione anche delle future generazioni.