Manovra: Conapo, vigili fuoco chiedono rispetto contratto governo

6

Roma, 17 set. (Labitalia) – “I vigili del fuoco chiedono al governo M5S-Lega di rispettare gli impegni presi nel contratto di governo sulla l’equiparazione delle loro retribuzioni ai livelli previsti per le forze dell’ordine ma anche sul loro sistema previdenziale che deve essere equiparato a quello degli altri corpi. C’è molta attesa, i pompieri vogliono vedere come si comporterà il governo alla prova dei fatti: la manovra finanziaria”. Così Antonio Brizzi, segretario generale del sindacato Conapo, che ha proclamato lo stato di agitazione nazionale dei vigili del fuoco.

Brizzi chiede anche che “nella legge di bilancio sia inserito un preciso vincolo normativo per destinare le risorse finanziarie al personale operativo che rischia la vita, onde evitare il ripetersi di ciò che hanno fatto i sindacati degli impiegati con il partito democratico quando era al governo: utilizzare parte dei soldi che dovevano servire all’equiparazione dei vigili del fuoco per elargire agli impiegati amministrativi aumenti ben superiori agli altri impiegati pubblici”.

“Ci appelliamo al premier Giuseppe Conte, e ai vicepremier, Matteo Salvini e Luigi Di Maio affinché non ripetano gli errori del PD sui vigili del fuoco”, conclude.