Salernitana, 2 cordate per il passaggio di proprietà ma ancora nessuna offerta

48
In foto Claudio Lotito

Sono ore decisive per capire quale sarà il futuro della Salernitana: il club, affidato ai Trustee dall’inizio della stagione, ha tempo fino al 31 dicembre per portare a termine almeno l’accordo per il passaggio di proprietà, un termine che – una volta scaduto – potrebbe compromettere anche il futuro immediato della squadra in Serie A. A soli due giorni dalla scadenza, secondo le ricostruzioni di Sky Sport ci sono due cordate interessate all’acquisto della Salernitana: la prima, nonché la più attiva, è una cordata locale che a capo ha un gruppo di imprenditori della zona; inoltre, anche un gruppo di investitori lussemburghesi (la cui candidatura era stata bocciata qualche giorno fa) si è mostrato interessato all’acquisto del club, e sarebbe pronto a offrire circa quaranta milioni in totale (ricordiamo che la richiesta iniziale di Lotito era di circa settanta milioni). Al momento non sono da registrare altri imprenditori o cordate interessate, ma non è da escludere una svolta anche all’ultimo minuto perché, essendo un’asta, coloro che sono interessati alla Salernitana potrebbero anche compiere la mossa decisiva negli ultimi istanti. Per compiere tutto nei tempi previsti e non compromettere la presenza della Salernitana in Serie A, gli imprenditori che vogliono acquistare il club devono mandare ai Trustee (incaricati della gestione provvisoria e della vendita della Salernitana non oltre il 31 dicembre) una pec, una caparra pari al 5% dell’acquisto e le garanzie di solidità e di non avere alcun legame con la precedente proprietà Lotito. A quel punto, i Trustee valuteranno le proposte e le candidature e decidere a chi cedere il club.