Allo Smau seminario di Aism sul blockchain: così rivoluzionerà il marketing

85

Anche quest’anno lo Smau, evento di riferimento per l’innovazione e il digitale rivolto a imprese e i professionisti, ha visto la presenza dell’Aism, Associazione italiana sviluppo marketing, che in collaborazione con Supervisum Srl e B2Lab, ha realizzato il workshop “La blockchain: nel cuore della digital transformation”.
Il seminario ha permesso di evidenziare in modo chiaro le caratteristiche vincenti della blockchain e alcuni ambiti di applicazione particolarmente interessanti per aziende e organizzazioni pubbliche.
Raffaele Crispino, partner project & planning e consigliere Aism, ha sottolineato come l’Aism, l’associazione che da oltre 60 anni rappresenta il punto di riferimento per il marketing in Italia, ritenga che la tecnologia blockchain avrà nell’immediato futuro un forte impatto sul mondo del marketing, oltre che su tutti i settori. Una consapevolezza che ha spinto l’Aism a farsi promotrice di una nuova Associazione, The Blockchain Council, che dal marzo 2018, mediante gruppi di lavoro, meeting e networking si rivolge a professionisti, aziende e esperti blockchain per soddisfare le esigenze delle aziende che utilizzano le diverse applicazioni tecnologiche della blockchain.
Pellegrino De Santis, Partner Supervisum, ha testimoniato l’impegno della sua società di servizi tecnici a supporto delle aziende che hanno scelto di intraprendere un percorso di innovazione. In particolare ha messo in evidenza come la blockchain sia una tecnologia che molte aziende clienti, operanti in diversi settori come quello della logistica, della meccanica e metalmeccanica, delle costruzioni e dell’ambiente stanno sperimentando all’interno di progetti di Ricerca & Sviluppo.
Giuliano Pierucci, fondatore di B2Lab, laboratorio operativo sulle blockchain, membro dell’Enterprise Ethereum Alliance e dell’EUBlockchain Observatory and Forum, Presidente di Abie Associazione blockchain, imprese ed enti, ha portato la sua esperienza concreta presentando il caso della piattaforrma Bloki, nata per la gestione delle identità e degli asset digitali.
La Piattaforma Bloki, quale layer intermedio multifunzionale, cross-industry, enterprise-ready e white-label permette di utilizzare in modo semplice i plus della blockchain, perché rende semplice l’uso della “complessità blockchain”, realizzando la Blockchain as a service (Baas).
Pierucci ha chiuso l’intervento presentando alcune case history di imprese clienti, che hanno permesso di toccare con mano come la blockchain consente alle imprese di aumentare la fiducia dei clienti, di dare certezza e tranquillità, di proteggere informazioni e beni. Il dibattito con i partecipanti ha infine permesso di chiarire le potenzialità che gli smart contract.