Centro Geriatrico Frullone, Festa di solidarietà per i malati di Alzheimer

93

Festa di solidarietà e di auguri al Centro Geriatrico Frullone del Distretto Sanitario 28 della Asl Napoli 1 Centro per continuare il percorso iniziato il 21 settembre per sostenere la ricerca e l’assistenza dei malati Alzheimer e delle loro famiglie. Il coro Odisseo degli ospiti del Centro Geriatrico Frullone ha realizzato un progetto teatrale sulla tradizione popolare napoletana, mettendo in scena la “Cantata dei Pastori” Poesia di Raffaele Viviani, la “Leggenda del Lupino” di Roberto De Simone e “Quan nascett Ninno” di Sant’Alfonso de’ Liguori. L’iniziativa è stata imperniata sul racconto di uno spaccato delle attività di riabilitazione cognitiva e di stimolazione dei ricordi e delle emozioni (musicoterapia, arteterapia ecc) che rappresentano una delle nuove frontiere terapeutiche, in associazione alle terapie farmacologiche, per il mantenimento delle capacità residue dei pazienti con Alzheimer. La malattia di Alzheimer rappresenta per l’Oms un futuro flagello dell’umanità, e provoca la perdita di tutte le funzioni cognitive e dell’autosufficienza nelle attività del vivere quotidiano con totale dipendenza dai caregiver. I numeri dell’epidemia Alzheimer sono spaventosi: nel mondo ogni 3 secondi c’è una nuova diagnosi di demenza con quasi 50 milioni di persone affette ed in Italia sono oltre un milioni i malati censiti.