Futuro Remoto, stretta di mano De Magistris-De Luca. Il sindaco su Edenlandia: Facciamo il possibile

121
 
Una stretta di mano tra il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, e Vincenzo De Luca, presidente della Regione Campania, in occasione dell’inaugurazione di Futuro Remoto in piazza del Plebiscito. E’ lo stesso sindaco a far sapere che “dopo tanto tempo di gelo, c’è stata una stretta di mano con il presidente della Regione e mi sembra un fatto positivo”. “Può dire poco – ha affermato – ma può dire anche tanto”. “Io, come ho dimostrato in questi anni, sono per il dialogo e la collaborazione istituzionale – ha sottolineato – Con il Governo sta andando molto bene, la sentenza del Consiglio di Stato su Bagnoli aiuta”. “Adesso ci sono buoni segnali sullo Stadio Collana – ha concluso – se viene un buon segnale anche sui trasporti da parte della Regione credo che saremo in presenza di un rapporto di collaborazione istituzionale molto positivo”.
“Condivido la protesta perché non si investe adeguatamente sulla ricerca” ha detto poi commentando la protesta dei ricercatori precari del Cnr, in occasione dell’inaugurazione di Futuro Remoto, con i quali ha avuto un incontro. “L’articolo 9 della Costituzione è disatteso, come tanti altri articoli – ha affermato – Ricerca significa lavoro per i ricercatori, prospettive di futuro compatibile con l’ambiente, con l’uomo. Se non c’è ricerca non ci sarà futuro”. “Condivido la loro lotta – ha sottolineato – e abbiamo deciso insieme di fare una iniziativa pubblica entro l’estate, magari in piazza, per sottolineare come nel Mezzogiorno ci sia tanta voglia di lavoro e lotta alla precarietà”.
De Magistris ha parlato anche dell’Edenlandia: “Pur non dipendendo da noi stiamo facendo il massimo perché si possa raggiungere un risultato” ha detto sulla questione. “In seguito a una procedura di evidenza pubblica – ha affermato – il parco e in mando ad imprenditori per il rilancio”. “Le cose non vanno come avremmo auspicato – ha aggiunto – ma sono fiducioso che in zona Cesarini si possa rilanciare l’Edenlandia”. “Il Comune è impegnato molto perché crediamo che quel parco sia fondamentale per la città – ha concluso – l’abbiamo dimostrato già con la Mostra d’Oltremare, con l’ippodromo e vogliamo vincere anche con l’Edenlandia, nell’interesse della città, dei bambini, dei lavoratori”.