Napoli, reazione dopo la Champions: Cagliari ko

12

di Diego Pantani

II Napoli soffre ma vince a Cagliari realizzando il gol vittoria nei
minuti di recupero grazie al nono gol in campionato di Milik. Lo
schieramento messo in pratica da Ancelotti è piuttosto sorprendente
perché lascia inizialmente in panchina Hamsik ed il tridente offensivo
formato da Callejon, Mertens ed Insigne. All’11’ minuto di gioco
Ospina compie una parata su Faragò tuffandosi e parando così il tiro
ravvicinato del cagliaritano. II primo tempo scorre via senza azioni
rilevanti, con un Napoli al quale pesa mentalmente la bruciante
sconfitta europea di Liverpool. II secondo tempo è decisamente più
convincente con il Napoli che scende in campo con la voglia giusta. Al
50’st è protagonista il duo polacco con Zielinski che serve un pallone
a Milik, il cui sinistro esce di poco a lato. Al 62’st Ancelotti
decide di far entrare Mertens per un Diawara poco efficace. Al 67’st è
Milik, sicuramente tra i più in forma, ad andare vicino al bersaglio
ma un suo colpo di testa da calcio d’angolo battuto da Mertens va a
sbattere sulla traversa per poi rimbalzare sulla linea della porta. La
partita sembra destinata a concludersi a reti inviolate ma al 90’st
Mertens si guadagna un calcio di punizione sulla trequarti
cagliaritana. Sul pallone si presenta Milik che con un sinistro a giro
imparabile sorprende il portiere rossoblù Cragno. Vittoria di misura
quindi per il Napoli tutto sommato meritata anche se arrivata in
extremis. II Napoli rimane quindi a -9 dalla Juventus che anche nel
derby con il Torino, terminato 1-0 per i bianconeri, ha avuto episodi
dubbi a proprio favore come un rigore non concesso a Zaza per un
atterramento in area, mentre il rigore decisivo ai fini del risultato
di C.Ronaldo è stato regolarmente fischiato.