Osservatorio sulla violenza contro le donne e i bambini, primo incontro online

78
in foto Salvatore Pignataro

Si è svolta sulla piattaforma Zoom il primo incontro del direttivo nazionale dell’Osservatorio per il monitoraggio ed il contrasto della violenza contro le donne, giovani e bambini dell’ International Human Rights Commission. Nel corso della riunione sono intervenuti il professore Salvatore Pignataro, Commissario IHRC, Criminologo investigativo, analista del crimine, Specialista in Criminologia, Sicurezza e Intelligence. Ad intervenire è stato anche il Cavaliere Rag. Pietro Sicurelli Coordinatore Repubblica italiana volontari IHRC, la professoressa Irene Strazzeri, Sociologa Università del Salento ( Lecce), la dott.ssa Lorena Galesi, Pedagogista Esperta nel settore della violenza contro i minori, la dott.ssa Anna Argemandy Nagad, Criminologa Investigativa- Specialista contro la violenza di genere) e il prof. Andrea Torcivia – Criminologo e Sociologo Direttore del laboratorio di Criminologia e Sociologia Forense CESFAT di Palermo. Presente anche il prof. Vincenzo Torricelli che ha moderato e coadiuvato l’organizzazione tecnica su piattaforma web. Il primo incontro informativo, è servito soprattutto a creare la giusta condivisione del progetto dell’osservatorio che sarà implementato a livello nazionale anche attraverso dei referenti regionali e provinciali. Tra le finalità dell’osservatorio quello di monitorare i fenomeni di violenza sul territorio con l’acquisizione dei dati statistici che saranno analizzati. Oltre a questo, saranno effettuate anche attività divulgative e informative sul territorio. In particolare saranno implementate attività di collaborazione con istituti scolastici, università e con enti e istituzioni pubbliche e private, in particolare con i centri antiviolenza. “ Abbiamo gettato le basi per un grande progetto che è capofila rispetto ad analoghe iniziative in via di realizzazione a livello internazionale da parte della IHRC. Sono sicuro e fiducioso – spiega il coordinatore nazionale dell’Osservatorio prof. Salvatore Pignataro – che il team dell’Osservatorio composto da validi professionisti, possa iniziare ad analizzare e raccogliere i primi risultati del monitoraggio su scala nazionale, già entro la metà dell’ anno 2021”.