Storie di donne, ad Anzio professioniste comunicazione e spettacolo

20

Roma, 29 nov. (Labitalia) – Clarissa Domenicucci, Eleonora Vallone, Cinzia Tani, Valentina Ducros, Valentina Ferraiuolo e Maria Teresa Lamberti saranno protagoniste domani, venerdì 30 novembre, ad Anzio del finissage di ‘Storie di donne’: kermesse tutta declinata al femminile ideata dall’Associazione culturale Occhio dell’Arte, presieduta da Lisa Bernardini, per portare all’attenzione del pubblico quelle donne, note o meno, che si sono distinte nel campo delle professioni e, con abilità e dedizione, hanno saputo portare un contributo rilevante alla società contemporanea.

Donne del mondo dello spettacolo, imprenditrici, scrittrici, registe, attiviste e intellettuali si sono avvicendate sul palco della rassegna itinerante. La quarta edizione della kermesse si concluderà, per il terzo anno consecutivo, ad Anzio con un dinner evento presentato da Anthony Peth in cui verranno celebrate figure femminili di rilievo. Il premio per l’Editoria di questa edizione va ad Annalisa Monfreda, direttrice di Donna Moderna, Starbene e Tu Style. Il riconoscimento Colori D’acciaio 2015 firmato dall’artista Sabrina Golin le verrà consegnato da Lisa Bernardini a Milano, invece,il 14 dicembre.

Tra gli ospiti il compositore e direttore d’orchestra Franco Micalizzi agli scrittori Marco Tullio Barboni e Pierluigi Curcio, Sylvia Irrazabal responsabile dell’Ambasciata dell’Uruguay in Italia. Il coordinamento editoriale dell’incontro sarà affidato al giornalista, autore tv, critico letterario e scrittore Andrea Di Consoli.

Soddisfatto l’organizzatore della serata, l’imprenditore Mauro Boccuccia, e anche la direttrice artistica dell’evento, Lisa Bernardini, che a Labitalia dichiara: “tanto lavoro e passione dietro ad eventi no profit come questo; la loro realizzazione, per poter diffondere cultura e tematiche importanti è’ resa possibili da tutti coloro che ci danno una mano a trovare le risorse necessarie per sostenere i costi del varo delle iniziative in scaletta che affrontiamo durante l’anno”.

“Non ultimo – sottolinea – un grazie di cuore a tutti i professionisti dei vari campi che accettano sempre con entusiasmo e convinzione di presenziare ai nostri appuntamenti perché credono fortemente nei valori che associazioni come la nostra diffondono per amore dell’arte, della cultura, dell’informazione”.